15mar2015

il regime alimentare che fa star bene

Per stare bene e far stare bene i nostri figli dovremmo conoscere i principi di una sana alimentazione e applicarli con costanza ogni giorno, cercando il modo per far assumere le sostanze utili per l’organismo costruendo dei menù appetibili. I ragazzi in crescita tenderanno a mangiare seguendo più il gusto che la salute ma un genitore deve essere capace di proporre dei piatti che minimizzino i danni dei fast foods e che siano bene accetti. Per noi adulti, invece, è necessario essere più rigorosi perchè i danni dell’alimentazione non si sommino a quelli dell’invecchiamento.

Sulle diete esiste una vastissima letteratura e molti si spacciano per superesperti. Quello che insospettisce è il fatto che si punti così decisamente su una singola caratteristica che un regime alimentare dovrebbe rispettare: a basso indice glicemico, a bassa acidità, senza proteine animali, solo proteine, solo frutta, senza carne ma con tutte le altre proteine animali, un pò di tutto, delle intolleranze, mangia ciò che ti piace, del gruppo sanguigno, solo succhi verdi, senza carboidrati, senza grassi, senza zuccheri, etc..

Per ognuna di queste teoria il problema della salute e del peso si risolve sposando in pieno le regole indicate, molto restrittive. Ma leggendo meglio si intuisce che un filone di buon senso ma efficace si può estrapolare  , che alla fine la maggior parte di questi esperti si trova d’accordo su alcune linee chiave :

– indice glicemico alto e alta acidità danneggiano l’organismo, fanno ammalare , invecchiare male e  ingrassare

–i cibi di provenienza animale:carne, pesce , latticini, uova, fanno aumentare l’acidità e sviluppano infiammazione nell’organismo, anche se hanno un indice glicemico basso e per questo vengono utilizzate per provocare un rapido e intenso dimagramento( bello da vedere ma non necessariamente sano nè mantenibile nel tempo)

– al posto delle proteine animali possono essere usate quelle provenienti dai legumi (soia, lenticchie, ceci, piselli, fagioli)e, in minor quantità , da semi, verdura e frutta. I legumi però possono essere indigesti e anche acidificanti e la soia , in particolare, non è sempre garantita biologica e correttamente coltivata.

–i cereali integrali fanno bene all’intestino  ma in dosi elevate sono acidificanti e hanno un indice glicemico medio alto, quindi non fanno dimagrire.Vanno usati ma con attenzione e in piccole dosi.

–tra le proteine animali  sono preferibili quelle meno tossiche ed acidificanti come il pesce ( ricco di omega 3) e l’albume d’uovo.

–alcune sostanze molto usate provocano più facilmente intolleranze ( frumento raffinato, latticini di mucca, solanacee, tuberi,carne rossa e altre ) che si manifestano subdolamente provocando malesseri indiretti e poco chiari come mal di testa, artrite, disturbi neurologici e altro e uno stato di infiammazione generale che non permette una buona forma fisica.

–tutti i cereali, le paste, le farine dovrebbero essere integrali e meglio privi di glutine che può essere  infiammatorio per molte persone .

–la verdura fa bene senza riserve, dovrebbe costituire la maggior parte della nostra dieta quotidiana cruda o cotta senza grassi.

– i grassi hanno una funzione specifica nella digestione e non devono essere eliminati ma solo ridotti. Tra essi meglio gli oli vegetali insaturi, ricchi di sostanze benefiche , da usare a crudo sulle pietanze.

– i grassi più sani si trovano in frutta secca (noci , mandorle, nocciole , olive) e semi oleosi( di lino, di girasole, di canapa, di vinacciolo), che vanno mangiati ogni giorno, come spuntino o a colazione in piccola quantità, oppure aggiunti alle ricette

– gli zuccheri aggiunti sono tutti calorici e vanno usati con parsimonia. Da evitare assolutamente   lo zucchero bianco e lo zucchero di canna che sono raffinati chimicamente , aggiungono solo calorie e non contengono nutrienti utili all’organismo. Meglio di tutto la stevia e poco succo di agave o zucchero di cocco.

–la frutta è salutare ma non si deve esagerare perche da matura ha un elevato indice glicemico e qualcuna è acidificante( non il limone, che invece è alcalinizzante e fa un gran bene a tutto l’organismo)

– i menù dovrebbero essere ricchi di fibre sia solubili (aiutano la digestione dei cibi) che insolubili (puliscono l’intestino e facilitano l’eliminazione delle tossine). Quindi scegliere cibi che ne contengano complessivamernte circa 25 grammi al giorno.

– chi vuole o deve dimagrire ma vuole farlo in modo salutare ha davanti un compito non facile: per farlo velocemente  la via più svelta è eliminare i carboidrati e mangiare solo pesce, carne bianca e verdura , il tutto quasi senza grassi. Ma un regime del genere non può essere mantenuto a lungo, sia perchè è basato su sostanze acidificanti sia perchè è poco variato e non consente sgarri.

–in definitiva, per star bene e non ingrassare ( o dimagrire lentamente) dovremmo costruire dei menù poco calorici, non acidificanti, senza intolleranze, prevalentemente vegetariani e molto variati, in modo da introdurre nell’organismo tutti i macro e micro nutrienti necessari per la salute. Dovremmo abbondare di verdure , usare ma con parsimonia legumi , frutta , semi ,carboidrati integrali, centellinare i grassi ed eliminare quelli idrogenati, usare pochissimi dolcificanti naturali e non zuccheri raffinati  ma, soprattutto:

– non acquistare cibo confezionato pieno di componenti dubbie e di additivi chimici, preferire cibi semplici, fatti di poche componenti controllabili, biologici e accostati con criterio in modo da garantire il giusto equilibrio tra carboidrati, proteine ,grassi e fibre e alto contenuto di minerali e vitamine utili per la salute.

A presto pubblicheremo suggerimenti di menù con queste caratteristiche.

 

 

Sharing is caring.
  • Subscribe to our feed
  • Share this post on Delicious
  • StumbleUpon this post
  • Share this post on Digg
  • Tweet about this post
  • Share this post on Mixx
  • Share this post on Technorati
  • Share this post on Facebook
  • Share this post on NewsVine
  • Share this post on Reddit
  • Share this post on Google
  • Share this post on LinkedIn

Discussione

Nessun commento a "il regime alimentare che fa star bene"

Non ci sono ancora commenti, lascia il primo.

Lascia un commento