Figli difficili

Nella nostra vita adulta ci capita di incontrare molte persone con caratteri difficili, ruvidi o ambigui. Sono persone spesso distruttive per sé e per gli altri e lo sono senza esserne responsabili, poiché moltissimo è dovuto al patrimonio genetico e al rapporto con i genitori, con i fratelli e con la famiglia in senso ampio. Molti hanno malattie mentali più o meno conclamate , non abbastanza gravi da essere curate ma che lo sono  a sufficienza per fare del male  a chi entra in contatto intimo, amici, coniugi, familiari e colleghi.

Le persone difficili non sono sempre state figli difficili riconoscibili nell’infanzia. Molti futuri caratteriali sono stati bambini tranquilli e molti bambini caratteriali migliorano con la crescita .I genitori,in mancanza di diagnosi certe sul carattere dei loro figli, possono influenzarne positivamente lo sviluppo mentale  facendoli vivere in un contesto favorevole, ricco di amore incondizionato, attenzione, vicinanza fisica, comprensione e fiducia . Se lavoriamo bene fin dalla nascita del bambino e non smettiamo mai di  farlo per tutta la vita , sarà più probabile che lui o lei diventino figli abbastanza trattabili e persone più positive per sé e per la collettività.

Se ci accorgiamo del disagio di nostro figlio solo in adolescenza, quando i problemi deflagrano , sarà più complicato uscirne ma non impossibile . Ci riusciremo se avremo la capacità di rimetterci in discussione, di riorientare la nostra vita per recuperare il tempo perduto trasmettendo a  nostro figlio la certezza  di quanto è importante per noi senza farne né un eroe decadente, né un attore sempre al centro della scena: importante nel nostro cuore e nella nostra mente ma non al centro del mondo . In particolare non dovremo mai trascurare gli altri figli, quelli non difficili , che potrebbero avere a loro volta dei problemi ma che sono più discreti nel riversarli sui genitori e sul mondo intero.

Tutti i figli devono ricevere le stesse attenzioni e la stessa empatia perché tutti sono un po’ difficili, come noi adulti siamo tutti un po’ difficili a nostro modo. Dobbiamo essere intimamente grati ai nostri figli più discreti ma non dobbiamo dimenticarci mai di loro dando per scontato che badino completamente a se stessi , in tutte le età della loro vita.