disciplina dolce

Disciplina è una parola che evoca atteggiamenti autoritari e dirigistici e , in quanto tale, ci trasmette una sensazione negativa oppure un desiderio di ordine rigido che , quasi sempre , non porta ad un risultato equilibrato.

Oggi è difficile parlare di disciplina; invece è un valore molto alto quando interpretato nel modo corretto .Un valore che deve essere appreso e  insegnato ai figli perchè facilita il raggiungimento  degli obiettivi e dà serenità facendoci sentire capaci e validi anche nelle piccole cose . L’importante è che la disciplina  non sia intesa in senso rigido e punitivo bensì con un giusto grado di tolleranza. Possiamo definirla “disciplina dolce” .

Perchè esercitarla noi stessi e insegnarla ai nostri figli? Perchè chi  sa autoimporsi questo tipo di disciplina  riesce a raggiungere importanti risultati con uno sforzo ben distribuito nel tempo e ben calibrato così da evitare stress, frustrazione ,delusione e avvilimento. E’ abbastanza chiaro che in tutti i campi della vita , per esempio nel percorso scolastico , essere dolcemente disciplinati permette di ottenere buone votazioni e facili ingressi alle fasi successive senza mettere a repentaglio salute fisica e mentale, relazioni sociali e interessi alternativi.

verso_il_successo_150Alcuni accorgimenti

Per essere dolcemente disciplinati occorre  essere convinti degli obiettivi sui quali concentrarsi. Questi obiettivi non devono essere troppi , devono essere importanti e prioritari (altrimenti la tensione positiva si disperde in fretta), devono essere messi in discussione almeno un paio di volte nel durante e devono essere ambiziosi ma non troppo.Quindi:

  1. dato che il tempo è limitato e che si deve conservare un discreto spazio per la spontaneità occorre fare una scaletta dei propri obiettivi in ordine di priorità e con assoluta sincerità .Dobbiamo essere sinceri e nello stesso tempo metterci in discussione , pronti a rivedere profondamente la nostra spontanea scala di valori .Ad esempio, deve essere chiaro che , se mettiamo la scuola al primo posto , questa priorità deve essere meditata e ben interiorizzata, sennò scriveremo scuola  ma in realtà metteremo al primo posto qualcos’altro, tipo lo sport o il divertimento e usare questo strumento sarà solo una perdita di tempo .Se dentro di noi preferiremmo il divertimento ( e chi non lo preferirebbe?) è meglio evitare ipocrisie ed esplicitarlo per poi riflettere profondamente sullla bontà di questa nostra priorità spontanea in un’orizzonte più ampio e meditato. Per noi genitori è dura doverci occupare dei figli con senso del sacrificio : metteremmo volentieri come prima priorità la nostra soddisfazione personale .Ma dobbiamo chiederci:” sarò in grado di subirne le conseguenze (che ci saranno, più o meno)al momento opportuno?Ogni risposta è valida, purchè sia consapevole e meditata.
  2. una volta definita una scala di priorità meditata e consapevole dobbiamo sapere che il raggiungimento dei risultati richiede costanza,programmazione, organizzazione ed energia. Essere disciplinati vuol dire questo ma esserlo dolcemente comporta accettare e perdonare già a priori una serie di imperfezioni, variabilità imprevedibili e cali di tensione , con la volontà , peraltro , di contenere queste variazioni di rotta e di riconquistare la giusta direzione appena possibile.
  3. Agli obiettivi minori , quelli che vorremmo mettere ai primi posti ma che la coscienza ci fa giustamente retrocedere ( quelli di tipo narcisistico) dobbiamo comunque lasciare un certo spazio, ma , proprio perchè sono i nostri preferiti , non sarà necessaria una severa disciplina per applicarsi ad essi, piuttosto un lavoro di autoassoluzione intelligente per evitare un  distruttivo senso di colpa


Sharing is caring.
  • Subscribe to our feed
  • Share this post on Delicious
  • StumbleUpon this post
  • Share this post on Digg
  • Tweet about this post
  • Share this post on Mixx
  • Share this post on Technorati
  • Share this post on Facebook
  • Share this post on NewsVine
  • Share this post on Reddit
  • Share this post on Google
  • Share this post on LinkedIn

Discussione

Un commento a "disciplina dolce"

  • Johng215 scrive:

    Wow! This could be one particular of the most useful blogs We’ve ever arrive across on this subject. Basically Wonderful. I’m also a specialist in this topic so I can understand your hard work. ddkebcedakda

Lascia un commento